Come costruire casetta in legno

Le tipologie di casette in legno.

Non c’è quasi limite alla fantasia quando si parla di casette in legno: diffuse sotto diverse forme dal nord Europa ai paesi mediterranei le costruzioni in legno hanno nel tempo assunto forme e destinazioni d’uso diverse. Nella loro accezione più comune le casette in legno da esterno sono destinate a scopi funzionali come deposito di legname o di attrezzi da giardinaggio e lavoro.

Al variare però delle latitudini e degli spazi le casette in legno possono assumere funzioni diverse: nei paesi baltici e scandinavi possono essere costruite per ospitare saune da giardino, possono altresì fungere da serre per piante e fiori o ancora essere semplicemente casette gioco per i bambini.

Dove costruirle: scelta del luogo.

Il luogo deputato alla costruzione o installazione di una casetta in legno è di solito il giardino sia esso con fondo di cemento o di terra. In entrambi i casi le tecnologie costruttive prevedono che la casetta in legno sia costruita con spessori che ne sollevino il pavimento da terra, in modo da preservare il legname dagli inconvenienti tipici delle infiltrazioni di acqua o umidità. Una casetta in legno salubre, perciò, non avrà mail il fondo poggiato a terra ma sempre sollevato di qualche centimetro tramite blocchi in legno, meno soggetti alle crepe che i mattoni laterizi, in modo da permettere una corretta circolazione d’aria.

Anche l’esposizione è importante: una casetta che abbia attorno a sé spazio libero e soleggiato avrà meno possibilità di essere attaccata da muffe e umidità. Costruire una casetta con adeguato spazio di movimento circostante, inoltre, fa sì che tutti i lavori di manutenzione siano resi più agevoli. Nel caso del tetto, è sempre bene prevedere di foderarlo con materiali isolanti, sia per agevolare il deflusso della pioggia verso terra, sia per evitare le infiltrazioni d’acqua.

Nel caso di casette pensate per fungere da saune o dependance, destinate perciò ad un utilizzo attivo, saranno indispensabili anche sistemi di isolamento interno delle pareti e del pavimento.

casetta legno sauna

I materiali da impiegare.

Per la costruzione è bene non economizzare troppo sugli elementi primari della casetta come il pavimento e le strutture portanti del telaio. E’ bene usare legni pressati per la pavimentazione, particolarmente resistenti all’umidità e all’attacco degli insetti. Per quanto riguarda il resto della struttura, è sempre bene ragionare in termini di costi e manutenzione: scegliere materiali che abbiano una minore necessità di manutenzione continua (come i pannelli in resina o in PVC per certe pareti o l’alluminio per porte e finestre) fa sì che la casetta possa durare più a lungo negli anni con una minore richiesta di intervento.

In alternativa, per chi volesse una casetta interamente in legno, è bene orientarsi verso il pino, l’abete o il noce ricordano in questo caso che tutte le superfici devono essere difese dagli agenti atmosferici per mezzo dell’applicazione di specifiche vernici protettive e che è necessaria un manutenzione regolare.

Progettazione e realizzazione.

progettazione case legno

Per gli amanti del fai-da-te che si sentano in grado di progettare e realizzare una casetta da soli, è sempre bene confrontarsi con persone che abbiano già realizzato progettazioni analoghe. Sul web è facile trovare siti e blog di appassionati di bricolage che possono dispensare consigli e suggerimenti, nonché condividere progetti e idee per la realizzazione di casette in legno.

La fase di progetto deve essere minuziosa, considerare i diversi elementi della casetta e le loro misure, deve comprendere un’adeguata scelta di materiali e considerare tutti gli elementi (taglio dei listelli, incastri, sistemi di fissaggio, misure e tolleranze) tali per cui il progetto iniziale e il risultato finale rispettino criteri di praticità, funzionalità progettuale ed estetica.

Un consiglio prezioso è quello di ragionare bene sulla destinazione d’uso della casetta per poter progettare con cura la grandezza dei varchi: se si progetta una casetta per attrezzi che debba contenete una motofalciatrice, è bene assicurarsi che la porta sia grande a sufficienza per farcela entrare. Riguardo alle porte, possono essere in genere di due tipi: a battente o scorrevoli. Queste ultime, più pratiche perché hanno meno ingombro esterno una volta aperte, hanno però lo svantaggio di occupare spazio laterale dedicato allo scorrimento del telaio sulle guide. Anche il posizionamento della porta è importante: sebbene le porte installate sul fronte della casetta siano in generale più belle da vedere, bisogna considerare che potrebbero rendere disagevole raggiungere gli attrezzi deposti sulla parte di fondo opposta.

Una soluzione più pratica potrebbe essere quella di montare la porta su un lato lungo della casetta oppure prevedere due porte su due lati opposti, in modo da creare un doppio accesso al materiale immagazzinato. In generale non c’è limite alla fantasia e per tutti coloro che sono in grado di realizzare progetti complessi di fai-da-te la soddisfazione sarà quella di aver creato una costruzione unica, averla progettata ed abbellita con elementi originali e funzionali.

Norme di sicurezza.

sicurezzaPer quanto riguarda la realizzazione manuale, vale la pena ricordare che un’attività svolta in giardino, nel tempo libero, non è meno pericolosa di un’attività professionale. Occorre, pertanto, rispettare tutte le adeguate norme di sicurezza: coprire gli occhi con occhiali da lavoro e la bocca con mascherine se si usano vernici o solventi, utilizzare guanti da lavoro, scarpe adatte e ricordarsi di rispettare tutte le indicazioni e precauzioni d’uso quando si utilizzano utensili come trapani, seghe circolari o frese. La disattenzione può provocare danni anche gravi, specialmente nel mondo del fai-da-te amatoriale.

Affidarsi ai professionisti.

Per chi fosse interessato a una casetta da giardino ma volesse affidarsi a professionisti o a negozi specializzati per acquistarne una già prefabbricata, la scelta è grande e offre svariate soluzioni. Sul web esistono ditte specializzate, dislocate in tutta Italia, che possono offrire prodotti per ogni necessità.

E’ possibile trovare casette in legno, in legno-plastica, in resina, in policarbonato così come è possibile trovare casette per bambini, serre da giardino e accessori vari. Di solito le istruzioni per il montaggio e la manutenzione sono ben dettagliati sul sito di ciascun produttore e normalmente viene anche offerto, presso il punto vendita, un servizio di consulenza, trasporto e montaggio a domicilio.

Anche presso la grande distribuzione e i negozi specializzati nel fai da te e giardinaggio e facile trovare soluzioni per tutte le esigenze.

Anche in questo, se si opta per il montaggio fai-da-te, sebbene si trovino già i materiali tagliati e profilati, è necessario rispettare tutte le norme di sicurezza per l’installazione e la messa in opera della casetta.

Costi di realizzazione e manutenzione.

Anche per quanto riguarda i costi si può trovare la soluzione per tutte le tasche ed esigenze. In questo caso, però, bisogna tenere presente che al variare della tipologia di casetta, dei materiali impiegati e della sua destinazione d’uso, i prezzi possono variare anche di parecchio.

In generale, un semplice capanno portaattrezzi in PVC o legno può costare qualche centinaio di euro. Per capanni più grandi o complessi, come i garage in legno o le casette abitabili in PVC si possono superare i tremila euro mentre le casette in legno abitabili, coibentate e provviste di molte porte e finestre si spingono fino a superare i cinque o seimila euro.
Anche la manutenzione ordinaria della casetta, che comprende l’acquisto di vernici e di parti di ricambio ha un costo che va tenuto in considerazione.

Conclusioni.

In grado di abbellire i giardini e gli spazi all’aperto e di essere funzionali e pratiche, le casette in legno sono soluzioni pratiche, alla portata di tutte le tasche e sono offerte in svariate tipologie, in grado di soddisfare ogni esigenza. Una rapida ricerca sul web può offrire offerte e soluzioni per chi ne volesse comprare una ma anche idee, suggerimenti e modelli da imitare per chi volesse cimentarsi in una costruzione fai-da-te.

Leave a Comment