Come rendere sicura la casa per un bambino: idee e consigli utili

Una normale abitazione domestica può nascondere dei pericoli per i bambini, specie per quelli più piccoli: i rischi di incidenti sono dietro l’angolo, non tanto per l’incuria dei genitori, quanto per la curiosità che spinge i bimbi ad esplorare l’ambiente di casa, senza essere consapevoli delle minacce costituite da oggetti, apparecchi e mobili. É comunque possibile salvaguardare la salute dei bambini predisponendo alcune misure finalizzate a rendere la casa più sicura: vediamo qui di seguito i suggerimenti più efficaci per evitare incidenti, divisi per ambienti domestici.

Aumentare la sicurezza in cucina

La cucina è una delle stanze che richiedono maggiore attenzione quando si hanno dei bambini in casa, per via della presenza di materiale potenzialmente pericoloso. Il buon senso suggerisce di riporre gli oggetti affilati nei ripiani superiori dei mobili, in modo tale che non finiscano facilmente tra le mani dei più piccoli. Forbici e coltelli potranno essere appesi alle pareti tramite dei piccoli supporti uncinati, mentre occorrerà riporre apriscatole e posate dalle estremità appuntite negli appositi cassetti.

Se la cucina dispone di mobili all’altezza del suolo, si consiglia di assicurare le loro ante con delle mollette di plastica, che ne impediranno una facile apertura da parte dei bambini.

Si consiglia inoltre di allontanare sempre i bimbi dalla zona forno e cottura, soprattutto quando si riscaldano liquidi e si cucina con l’olio bollente.

Come rendere il bagno un luogo sicuro

Anche il bagno contiene dei possibili pericoli: se è qui che si ripongono detergenti, polveri per pulire e prodotti per la cura della casa, sarà essenziale riporli in luoghi alti ed inaccessibili per i bambini (se possibile, si consiglia di acquistare contenitori dotati di tappo di sicurezza, che eviterà l’apertura e l’ingestione dei liquidi). Stesso discorso per i medicinali, che in molti appartamenti vengono custoditi in bagno: un’apposita cassetta di sicurezza ad un metro e mezzo da terra è il luogo ideale dove sistemare medicine, pomate e pastiglie.

Anche se non è assolutamente necessario, si suggerisce di progettare o acquistare lavandini, vasche e bidè muniti di due rubinetti separati (uno per l’acqua calda e uno per l’acqua fredda) piuttosto che miscelatori unici: in questo modo i piccoli non correranno il rischio di scottarsi in caso di utilizzo dei sanitari. Infine, sarà sempre buona prassi scollegare la lavatrice e l’asciugatrice dalle rispettive prese di corrente quando non sono in uso.

Gli elementi a cui fare attenzione in camera da letto

Una volta che il bambino sarà sufficientemente cresciuto per passare dal letto con le sbarre a quello convenzionale, sarà utile munire le pareti con delle piccole sponde in plastica o in legno che potranno evitare il rischio di cadute durante il sonno. Inoltre, sarà utile smussare gli spigoli più acuti dei mobili con delle apposite protezioni gommose da apporre negli angoli di scrivanie, armadi, mensole e ripiani.

Piccoli accorgimenti per lo studio

Se si dispone di uno studio utilizzato per lavoro, occorrerà prestare attenzione ad alcuni fattori: in caso di presenza di materiale di cancelleria come forbici, cucitrici e taglierini, si consiglia sempre di riporle in un cassetto o in un contenitore dopo l’uso. Gli apparecchi elettrici, come computer e televisione, dovranno possibilmente essere disconnessi dalla presa quando non utilizzati.

Come evitare i rischi in salone

Il soggiorno è di solito il luogo della televisione e dei dispositivi elettronici, come il lettore DVD, lo stereo, la console di giochi, il computer ed il satellitare. Tutto questo si traduce in una “insalata” di cavi potenzialmente pericolosa per i bambini che non sono in grado di valutarne il rischio, camminandoci sopra o peggio versandoci dei liquidi. Si potranno evitare tutti i rischi proteggendo i cavi con dei rivestimenti in plastica o nascondendoli dietro i mobili.

Alcuni suggerimenti generali

Al fine di accrescere la sicurezza generale in tutti gli ambienti domestici, si potranno apporre delle piccole modifiche in grado tuttavia di evitare spiacevoli incidenti domestici. Anzitutto, tutte le prese elettriche, quando non occupate da elettrodomestici in uso, potranno essere protette da appositi “copri-presa” in plastica, dei piccoli accessori che potranno essere reperiti facilmente nei normali supermercati. In questo modo, i bambini non saranno tentati dall’inserire le loro dita nelle piccole fessure elettriche.

Le maniglie delle porte di casa sono potenzialmente pericolose in quanto la loro altezza risulta coincidere con la testa dei bambini: è allora raccomandabile munirle di protezioni morbide, per evitare impatti dolorosi. Anche in questo caso, si tratta di articoli dal costo contenuto e di facile reperibilità.

Ugualmente utili per quanto riguarda la mobilità dei bimbi sono le calzine antiscivolo. Una volta abbandonato girello e passeggino, i bimbi amano scatenarsi in corse, giochi ed inseguimenti tra le stanze ed i corridoi dell’appartmanto. Se questo non è munito di moquette o se presenta pavimenti esclusivamente in parquet, è meglio munirsi di diverse calze di questo tipo, per evitare scivolate ed incidenti (con tanto di pericolose contusioni al capo).

Se si vive in un ambiente domestico molto esteso con diverse camere, magari distribuite su più livelli, degli utili baby-trasmittenti permetteranno ai genitori di accorrere nei momenti di necessità. Si tratta di apparecchi che trasmettono i segnali acustici e consentono ai grandi di monitorare a distanza i loro figli, quando questi si trovano in un’altra stanza dell’appartamento.
Alcuni ambienti della casa sono dotati di scale, un elemento che attira spesso i bambini (soprattutto se l’accesso è vietato dai genitori). Si può ovviare al problema munendo l’entrata delle scale con un piccolo cancello in plastica, ed in ogni caso le loro pareti non dovranno mai risultare scoperte, bensì protette con delle balaustre o con delle sponde.

Spesso si leggono di incidenti occorsi a bambini (anche di età di due o tre anni) a causa dell’utilizzo di armi da fuoco. In caso di un loro possesso, è assolutamente indispensabile che queste vengano tenute lontano dalla portata dei bimbi, che spesso provano una forte curiosità nei confronti di questi strumenti e possono essere indotti a maneggiarle creando inavvertitamente incidenti a loro stessi e ai loro familiari.

La prevenzione come base per la sicurezza

Tutte le precauzioni sopra illustrate possono ridurre i rischi di incidenti domestici, tuttavia il pericolo non diminuirà se i genitori si comportano costantemente in maniera sprovveduta e superficiale nei confronti dei loro figli. Errori e dimenticanze sono sempre possibili durante la vita familiare, quindi non occorre colpevolizzarsi eccessivamente in caso di piccoli e sporadici infortuni, specie se si è dei padri e delle madri responsabili e protettivi.

Diverso è il caso in cui gli incidenti si fanno più ricorrenti per incuria e indifferenza dei grandi nei confronti dei bambini.
Ugualmente importante è informare i bambini circa i pericoli di alcuni oggetti e ambienti domestici, una volta che sono abbastanza grandi da metabolizzare il messaggio.

Leave a Comment