Parquet flottante ad incastro: cosa sapere prima di montarlo

Molte persone, nel corso della loro vita, prima o poi, si trovano alle prese con la ristrutturazione, o la costruzione, di una casa. Dopo aver scelto, tramite l’ aiuto di un geometra competente, la disposizione delle camere che meglio risponde alle proprie personali esigenze, esse, si trovano a dover scegliere i vari rivestimenti che finiranno i locali. Lo studio dei vari materiali per i pavimenti, che spazia dalla ceramica al legno, fino ad arrivare alle innovative resine e cementi, non è legato solo a fattori estetici: ognuno di questi elementi, infatti, presenta sia dei vantaggi che degli svantaggi.

Il parquet, ad esempio, si rivela ideale in ogni abitazione: il materiale, caldo ed elegante, è in grado di evidenziare numerosi aspetti positivi.

Il parquet flottante è un materiale da rivestimento, in grado di regalare all’abitazione un’atmosfera calda ed accogliente, oltre che una sensazione di naturalezza. Grazie alle sue proprietà, il legno, è in grado di fornire un ottimo aiuto per la coibentazione termica ed acustica e, insieme alla sua ecologicità, essendo un materiale riciclabile al 100%, il parquet si può definire davvero ricco di vantaggi considerevoli.

La posa di questo tipo di pavimentazione, che può essere fissata su base fissa o flottante, risulta veloce e relativamente semplice.

Il parquet flottante si differenzia da quello classico, principalmente, per il metodo di fissaggio: mentre il rivestimento classico necessita di incollaggio, il parquet flottante è caratterizzato da una struttura ad incastro, dove i listelli presentano misure nettamente maggiori rispetto a quelli classici.

parquet flottante

Come montare Parquet flottante ad incastro senza colla

Eseguire un’adeguata posa in opera del parquet flottante è possibile, anche senza l’aiuto di personale esperto nel settore; si rivela, però, necessario seguire con cautela ed attenzione alcune regole.
Dopo aver acquistato, in un negozio specializzato, i listelli in legno ad incastro, il materassino ed il nastro adesivo in alluminio, è possibile iniziare la posa in opera.

Un primo passaggio, fondamentale, per ottenere una pavimentazione in parquet flottante stabile ed elegante, è rappresentato dalle attrezzature che sono indispensabili per una corretta posa in opera:

  • un martello in gomma
  • una squadra
  • un seghetto alternativo
  • un metro
  • una livella ed un taglierino
  • oltre che i dispositivi per la sicurezza personale.

Procedere con l’ installazione di tale materiale è semplice: è sufficiente, infatti, agganciare i listelli tra di loro, con incastri maschio-femmina, e, tra il massetto e pavimento, posizionare un materiale isolante.

E’ importante, per garantire un risultato finale soddisfacente e pregevole, che la qualità degli attrezzi e dei materiali scelti sia elevata: strumenti leggeri e maneggevoli, infatti, assicurano una migliore messa in opera.

Prima di iniziare il lavoro di posa del parquet, si rivela decisamente importante, un controllo della superficie sottostante: essa, infatti, deve apparire uniforme ed asciutta, onde evitare problemi legati alla capacità di presa del legno.

parquet ad incastro

I materassini, disponibili in commercio in rotoli lunghi una decina di metri, possono quindi essere distesi sulla superficie; per ottenere un lavoro preciso e costante è possibile, dopo aver ritagliato gli angoli con l’ ausilio di un buon taglierino, fissare tali spessori con il nastro adesivo.

La posa dei listelli di parquet flottante inizia, solitamente, da uno degli angoli della stanza che si intende trattare dove, al fine di consentire una corretta dilatazione del legno, è consigliato mantenere circa mezzo centimetro di margine di spazio.

Una volta calcolata accuratamente la dimensione che il listello dovrà ottenere, è possibile, tracciando una linea con una matita dal lato grezzo, procedere con il taglio della tavola, sfruttando l’ aiuto di un seghetto alternativo.

L’ elemento è, quindi, pronto per essere fissato al pavimento: utilizzando un martello di gomma, al fine di evitare spiacevoli ed antiestetiche sbavature, è possibile indirizzare il listello verso l’incastro adeguato.

Vantaggi nel montare un parquet flottante rispetto a quello classico

L’ impiego di un parquet flottante, piuttosto che di quello classico, presenta numerosi vantaggi: primo tra tutti la posa che, con un po’ di praticità, è possibile effettuare senza l’ aiuto di aziende specializzate, tagliando considerevolmente i costi. Inoltre, scegliendo questo metodo di rivestimento, è possibile evitare di rovinare il pavimento sottostante, il quale, soprattutto in abitazioni antiche, può essere realizzato in materiali pregiati.

Installandoun materassino isolante di buona qualità migliorano anche le capacità fonoassorbenti del massetto, in grado di regalare un’ atmosfera ancora più intima ed ovattata.

Leave a Comment